CONSIGLI DI VIAGGIO PER LA TANZANIA

Informazioni dettagliate sui viaggi in Tanzania

Scorri in basso per avere informazioni più dettagliate su quando fare un safari in Tanzania, quando visitare Zanzibar, quando fare trekking sul Kilimangiaro e informazioni più dettagliate sul clima.

Obag Safari & Beach.

Quando andare in Tanzania

Il periodo migliore per visitare la Tanzania è la stagione secca, da maggio a ottobre.
Le piogge rendono difficile l’accesso ad alcuni parchi e riserve della Tanzania e anche il trekking diventa un po’ più complicato.

Scorri in basso per avere informazioni più dettagliate su quando fare un safari in Tanzania, quando visitare Zanzibar, quando fare trekking sul Kilimangiaro e informazioni più dettagliate sul clima.

Obag safari and beach tanzania zanzibar

Informazioni dettagliate sui viaggi in Tanzania

Il periodo migliore per fare un safari in Tanzania

Se vuoi assistere alla grande migrazione annuale di milioni di zebre e gnu, recati nei parchi settentrionali della Tanzania (le aree di conservazione di Serengeti e Ngorongoro).
Il periodo migliore per assistere alla migrazione va da febbraio a marzo, quando gli gnu e le zebre partoriscono i loro piccoli. Non solo puoi ammirare i piccoli animali, ma anche i predatori sono al massimo del loro numero.
Poiché le mandrie si concentrano anche nel sud del Serengeti, è facile pianificare l’osservazione della fauna selvatica e l’alloggio in quell’area. La migrazione di solito si allontana dall’area del Serengeti entro la fine di giugno e non ritorna fino a dicembre.

Da giugno a novembre è la stagione secca della Tanzania ed è il periodo migliore per visitare tutti i parchi, soprattutto quelli meridionali. Diventa più difficile raggiungerli durante la stagione umida, mentre durante la stagione secca gli animali tendono a riunirsi intorno all’acqua permanente e non è così caldo e umido.

Tutti i parchi della Tanzania risentono delle piogge, che generalmente cadono da marzo a maggio nel nord e da novembre a maggio nel sud e nell’ovest.
Le strade sono interrotte e, data la vastità dei parchi della Tanzania, gli animali tendono a disperdersi; questo rende l’osservazione della fauna selvatica meno soddisfacente (se sei alla ricerca di un numero elevato di animali).
Da dicembre a marzo può fare molto caldo e umido, soprattutto nella parte occidentale e meridionale della Tanzania, il che rende un po’ scomodo trascorrere molto tempo nella savana.

Se vuoi seguire gli scimpanzé nella Tanzania occidentale, il periodo migliore per andare è la stagione secca (da giugno a novembre) per avere un migliore accesso ai parchi.
Tuttavia, la stagione umida (da dicembre ad aprile) rende un po’ più facile trovare gli scimpanzé perché non devono allontanarsi troppo per procurarsi l’acqua.

Il periodo migliore per fare trekking sul Kilimangiaro e sul Monte Meru

Il Monte Kilimanjaro e il Monte Meru sono a due passi l’uno dall’altro, quindi le stagioni del trekking sono praticamente le stesse. Il periodo migliore per fare trekking va da gennaio a marzo e da settembre a ottobre.

Il momento migliore per godersi una vacanza al mare a Zanzibar

La città costiera di Dar es Salaam e le isole di Zanzibar sono calde e umide tutto l’anno, con una certa umidità compensata dalla brezza dell’Oceano Indiano.
Le piogge possono verificarsi in qualsiasi mese, ma quelle più intense si verificano da metà marzo a maggio e da novembre a gennaio.
Uno dei momenti migliori per recarsi a Zanzibar è durante uno dei festival culturali che si svolgono sull’isola: Il Sauti za Busara si svolge a febbraio e lo Zanzibar International Film Festival a giugno.

Clima e temperature medie della Tanzania

La Tanzania si trova a sud dell’equatore e, nel complesso, gode di un clima tropicale, tranne che sulle alte montagne (come il Monte Kilimanjaro e il Monte Meru) dove le temperature possono scendere sotto lo zero, soprattutto di notte.
Lungo la costa, il clima è piuttosto caldo e umido, con precipitazioni abbondanti e affidabili, soprattutto durante la stagione delle piogge.
La Tanzania ha due stagioni delle piogge, generalmente le piogge più intense (chiamate Masika) cadono da metà marzo a maggio e un periodo di pioggia più breve (chiamato mvuli) da novembre a metà gennaio.
La stagione secca, con temperature più basse, dura da maggio a ottobre.

Requisiti medici: Salute e vaccinazioni

Immunizzazioni

La legge non richiede alcuna vaccinazione per entrare in Tanzania se viaggi direttamente dall’Europa o dagli Stati Uniti. Se viaggi da un paese in cui è presente la febbre gialla, dovrai dimostrare di aver fatto la vaccinazione.
Sono consigliate diverse vaccinazioni quando si viaggia in Tanzania.
Tra questi ci sono:
  • Febbre gialla
  • Tifo
  • Epatite A
  • Difterite

Si raccomanda inoltre di essere in regola con le vaccinazioni antipolio e antitetanica.
Anche la rabbia è molto diffusa e se hai intenzione di trascorrere molto tempo in Tanzania, potrebbe valere la pena di fare l’antirabbica prima di partire. Contatta una clinica di viaggio almeno tre mesi prima di partire.

Malaria

C’è il rischio di contrarre la malaria praticamente ovunque tu viaggi in Tanzania.
Anche se è vero che le aree di alta quota come la Ngorongoro Conservation Area sono relativamente prive di malaria, di solito per raggiungerle si attraversano zone in cui la malaria è diffusa.
In Tanzania è presente un ceppo di malaria resistente alla clorochina, oltre a diversi altri.
Assicurati che il tuo medico o la clinica di viaggio sappiano che stai viaggiando in Tanzania (non dire solo Africa) in modo che possa prescriverti il giusto farmaco antimalarico.
Anche i consigli su come evitare la malaria saranno utili.

Salute

Tutti i visitatori che si recano in Tanzania devono essere in possesso di un certificato di vaccinazione internazionale valido contro la febbre gialla.
La malaria è endemica, ma si può prevenire; usa un repellente per insetti, copriti al tramonto, dormi sotto una zanzariera e assumi la profilassi antimalarica come consigliato dal tuo medico.
Porta con te tutti i farmaci da prescrizione, gli occhiali di ricambio, le lenti a contatto e la relativa soluzione, la crema solare e un piccolo kit di pronto soccorso. Bevi solo acqua in bottiglia o bollita.

Altri consigli di viaggio

Visti e requisiti

Tutti i visitatori necessitano di un passaporto valido per la durata del soggiorno.
I punti di ingresso in Tanzania che attualmente offrono il servizio di visto d’ingresso sono il porto e l’aeroporto di Dar es Salaam e l’aeroporto internazionale di Kilimanjaro, e il posto di ingresso di Namanga sul confine stradale tra Tanzania e Kenya.
Per alcune nazionalità non è necessario il visto, quindi è consigliabile informarsi presso l’ambasciata tanzaniana locale.

Lingua

L’inglese è ampiamente parlato, ma qualche parola di swahili può essere utile e sarà apprezzata dalle persone che incontrerai.
I frasari in kiswahili sono facilmente reperibili nelle librerie di molti paesi e in Tanzania.

Soldi

Le principali valute straniere, euro, sterline e dollari australiani e statunitensi, possono essere cambiate presso le banche locali e gli uffici di cambio nelle principali città e aree turistiche.
I dollari americani sono accettati in molte banche, uffici di cambio, ristoranti e alberghi.
I tassi di cambio per le banconote statunitensi inferiori a 50 dollari ricevono tassi più bassi e i travelers cheques vengono cambiati a tassi ancora più bassi e, recentemente, in un numero minore di posti.
In molti luoghi le banconote statunitensi stampate prima del 2000 non sono accettate. Ciò è dovuto al sospetto che le banconote precedenti a questa data siano contraffatte.
Le carte di credito non sono molto accettate dalle compagnie di safari, dai lodge e dai ristoranti e comportano tassi di cambio bassi o costi aggiuntivi per coprire le spese di elaborazione. Alcune banche a Mwanza, Arusha, Dar es Salaam e Moshi offrono sportelli bancomat con carte di credito internazionali (solo VISA e Mastercard), ma gli sportelli bancomat non sono disponibili altrove e quelli disponibili sono talvolta inaffidabili. Non cambiare i soldi per strada.

Il clima

Generalmente secco e caldo con notti/mattinate fresche da giugno a ottobre; piogge brevi da novembre a metà dicembre; piogge lunghe da marzo a maggio, ma le stagioni possono variare. La fascia costiera è calda e umida tutto l’anno.

Sicurezza nel safari

I parchi nazionali e le aree di conservazione ospitano la splendida fauna selvatica della Tanzania.
Ti invitiamo a sentirti a tuo agio in queste aree, rispettando però il temperamento della fauna selvatica.
Alcuni animali selvatici sono timidi e altri possono essere aggressivi.
Leggi il Regolamento del Parco Nazionale e segui le regole.
Le regole sono state scritte da persone che conoscono la fauna selvatica e desiderano solo proteggere loro e te.
In caso di dubbi, fai domande e assicurati di seguire le istruzioni dei ranger e delle guide. Non scendere dal tuo veicolo quando ti trovi in un’area selvaggia, tranne che nelle aree designate come aree picnic, campeggi o rifugi. Leggi e segui i cartelli affissi nei parchi, nei campeggi e nei lodge.
Segui i suggerimenti dei dipendenti dei parchi e dei rifugi che hanno esperienza nelle aree che stai visitando.

Abbigliamento

Metti in valigia abiti leggeri e lavabili, un maglione per le escursioni mattutine, un cappello da sole, occhiali da sole e crema solare.
Le maniche lunghe e i pantaloni in tessuti chiari aiutano a scoraggiare le punture di insetti.
I pantaloncini da donna sono accettabili (ma non troppo corti).
Le donne dovrebbero portare con sé un involucro per coprire le gambe nei villaggi e nelle città, poiché gli abiti succinti possono causare offese.
Se soggiorni in un lodge, porta con te il costume da bagno.

Bagaglio

Il bagaglio durante il safari è limitato a una borsa più un piccolo bagaglio a mano per persona (esclusa la borsa per la macchina fotografica).
In totale, non dovrebbe pesare più di 20 kg.
Le valigie e gli altri oggetti più pesanti possono essere depositati negli hotel della città mentre i clienti sono in safari.

Fotografia

Porta con te una scorta adeguata di pellicole e batterie per la tua macchina fotografica.
Acquistare pellicole e batterie qui può essere costoso e scomodo.
Proteggi le tue fotocamere dalla polvere e mantieni fresche le attrezzature e le pellicole.
È cortese chiedere il permesso prima di fotografare le persone locali.
Ti sconsigliamo di pagare per avere foto di persone locali.

Contributi e accattonaggio

Nelle città, nei paesi e nelle aree rurali si trovano aree di estrema povertà.
Esistono molti programmi governativi, ecclesiastici e non governativi che rispondono alle esigenze delle persone bisognose.
Ti preghiamo di non distribuire regali ai bambini per strada: questo li incoraggia ad abbandonare la scuola e a chiedere l’elemosina nelle zone di passaggio dei turisti.
Diffida di documenti dall’aspetto ufficiale per sponsorizzare persone per le tasse scolastiche o le spese mediche.
Se desideri un elenco dei progetti della zona che necessitano di donazioni, contatta il tuo agente.

Assicurazione

Si consiglia di acquistare un’assicurazione di viaggio per coprire il bagaglio o gli oggetti di valore in caso di smarrimento o furto.
Si consiglia di acquistare un’assicurazione per l’evacuazione medica d’emergenza in caso di incidente o emergenza medica.
Su Internet sono disponibili molte compagnie affidabili e convenienti in grado di fornire una copertura.

Mancia

Non è obbligatorio, ma sarà gradita una mancia di 20 dollari al giorno per i safari brevi e di 10 dollari al giorno per i safari lunghi.

Elettricità

Nella maggior parte dei lodge è disponibile la corrente per ricaricare le batterie e altri apparecchi elettronici.
La tensione elettrica in Tanzania è di 240, ma le interruzioni di corrente, gli sbalzi e i cali di tensione sono frequenti.
Porta con te un adattatore universale e una torcia o una lampada frontale.

Sicurezza

La Tanzania è un paese generalmente sicuro, ma non lasciarti tentare.
Tieni d’occhio le tue cose.
Non camminare nelle città di notte: prendi un taxi. Non portare con te macchine fotografiche o grandi quantità di denaro e fai attenzione ai borseggiatori e agli ambulanti.
Usa le cassette di sicurezza dell’hotel per salvaguardare gli oggetti di valore e ottieni una ricevuta.
Lascia a casa i gioielli di valore.